appennino trail escursioni appennino

Equipaggiamento

Gli scarponi

Lo scarpone è uno degli elementi fondamentali per la buona riuscita di una escursione. Un buono scarpone da escursionismo deve avere le seguenti caratteristiche:

- il carrarmato deve avere una buona aderenza; diventa quindi importante sia lo stato di usura che il disegno dello stesso - deve essere impermeabile e traspirante (la membrana in gore-tex interna da ottime garanzie) .

- deve avere la giusta flessibilità della suola; una suola troppo rigida tipo alpinismo rende lo scarpone scomodo mentre troppo flessibile lo rende poco stabile .

- deve avere il giusto equilibrio fra peso e robustezza.

- deve calzare perfettamente.

Attualmente in commercio esistono scarpe sportive utilizzate anche per la corsa in montagna adatte per un trekking leggero e poco impegnativo. Esse a differenza dello scarpone danno un confort assoluto in fatto di flessibilità e leggerezza a discapito però di una minore protezione del piede e della caviglia. Per la scelta dello scarpone, LA PROVA IN NEGOZIO E' DETERMINANTE. Per questo, durante la prova, è importante:

- utilizzare lo spessore di calza che si andrà ad utilizzare in escursione

- assicurarsi che su un leggero pendio (nei negozi specializzati ci sono strutture apposite per la prova) le dita del piede non tocchino in punta

- assicurarsi che cuciture o allacciature non diano fastidio

- non avere paura di tenere a lungo la scarpa nel piede; la sensazione di calzata sarà molto più precisa

- durante la prova allacciare la scarpa perfettamente come si andrà a fare durante l'utilizzo effettivo

Lo zaino

Lo zaino è un altro elemento importantissimo nell'equipaggiamento dell'escursionista. Per la sua scelta è importante valutare:
- la capienza
- il materiale di costruzione
- la struttura.

La capienza
Un buon escursionista non porta mai con se un grande zaino pesante quando non è necessario. Per le escursioni di un giorno può essere sufficiente portare un zaino da 30 litri, mentre per escursioni di più giorni si può arrivare a capienze di 50-60 litri. Uno zaino più grande e pesante del necessario aumenta i problemi di intralcio soprattutto nel bosco fitto e luoghi stretti e determina un maggiore dispendio di energia in salita, un maggiore sovraccarico delle articolazioni e della colonna vertebrale in discesa e un maggiore impegno coordinativo nel mantenimento dell'equilibrio soprattutto in percorsi tecnici.

Il materiale
Per le escursioni in ambiente boschivo è molto importante che lo zaino sia estremamente resistente. Rami e arbusti spinosi possono mettere a dura prova uno zaino soprattutto in escursioni fuori sentiero. Inoltre è preferibile scegliere uno zaino impermeabile piuttosto che utilizzare il meno pratico coprizaino.

La struttura
Lo zaino deve essere perfettamente adattabile al nostro corpo e la sua regolazione deve essere proporzionabile alla struttura del nostro busto ed alle caratteristiche biomeccaniche del nostro corpo. Non esiste uno zaino universale che va bene a tutti quindi diventa determinante provarlo bene prima di acquistarlo seguendo alcune semplici accorgimenti:
- caricare un minimo lo zaino anche in prova
- prima di indossare lo zaino allentare tutte le cinghie per poi tirarle una volta indossato
- gli spallacci devono lasciare poco o nessuno spazio fra lo zaino e la schiena
- controllare che il telaio dello zaino segua bene la conformazione della schiena
- controllare che nei punti in cui si verifica maggiore contatto fra zaino e schiena le imbottiture siano spesse e robuste
- la cintura dello zaino deve appoggiare sulla parte antero-superiore dell'ileo e non fasciare la vita
- quando lo zaino è posizionato al meglio la testa deve avere piena libertà di movimento
- valutare le linee di aerazione nello schienale Una volta che abbiamo scelto lo zaino adatto a noi diventa importante la sua preparazione. Per migliorare il confort e la praticità durante il cammino è utile:
- posizionare il materiale più pesante verso lo schienale ed al centro dello zaino
- gli oggetti maggiormente utilizzabili devono essere messi in tasche facilmente raggiungibili
- non posizionare materiale pesante nell'appendice superiore dello zaino per non sovraccaricare le spalle e la zona lombare
- fissare le cinghie in modo da non doverle regolare continuamente durante il cammino

L'abbigliamento

L'abbigliamento ideale da utilizzare in escursione sarà naturalmente in stretta correlazione alle condizioni atmosferiche e climatiche. Sarà utile rispettare il criterio del mantenimento costante della temperatura corporea indossando abiti leggeri, comodi o caldi a seconda della stagione e vestendosi possibilmente a strati.

L'abbigliamento dell'escursionista deve:
- non essere d'impaccio al movimento
- garantire una buona traspirazione
- essere resistente allo strappo
- essere impermeabile e traspirante (tipo Gore-tex) in caso di pioggia o neve

A titolo indicativo ecco una tabella riassuntiva sull'equipaggiamento tipo in una escursione di un giorno in primavera-autunno:

attrezzatura e indumenti

peso

ZAINO
BORRACCIA
ALIMENTI (1gg-1 pers.)
GIACCA ANTIVENTO
CALZETTI DI RICAMBIO
COPRICAPO O FASCIA
GUANTI
MAGLIETTA DI RICAMBIO
BLOCK NOTES E PENNA
MANTELLA IMPERMEABI.
MACCHINA FOTOGRAF.
BINOCOLO
BUSSOLA
CARTINA TOPOGRAFICA
TORCIA

1300
1200
900
300
120
150
150
200
150
400
500
400
50
20
100

totale peso indicativo

5970

il peso è indicativo ed espresso in grammi

Escursioni per più giorni

Per le escursioni di più giorni al materiale sopra indicato dovrà essere aggiunto:

- SACCO A PELO

- MATERASSINO LEGGERO

- SAPONE-ASCIUGAMANO

- MINI FORNELLINO PER CUCINARE

- CALZETTONI DI RICAMBIO

- INTIMO DI RICAMBIO

- ALIMENTI A SECONDA DELLA DURATA E TIPO DI ESCURSIONE